Da dove ha origine il PILATES? Storia e curiosità sul metodo e sul suo fondatore

Da dove ha origine il PILATES? Storia e curiosità sul metodo e sul suo fondatore

Da dove ha origine il Pilates?

Joseph Hubertus Pilates è nato nei pressi di Düsseldorf, in Germania nel 1880. Era un bambino prodigio ma fisicamente fragile, soffriva di asma, rachitismo e di febbre reumatica; grazie alla sua forza interiore, alla sua determinazione, al suo interesse per la medicina e l’anatomia , riuscì a superare i suoi disturbi fino a diventare un competente ginnasta, subacqueo e sciatore. La sua disciplina, denominata Contrology®, nasce dalla fusione di tecniche di concentrazione e respirazione di tipo orientale e tecniche di ginnastica occidentale

AGARICUS BLAZEI MURRILL

AGARICUS BLAZEI MURRILL

Con i primi freddi, iniziano le malattie tipiche della stagione invernale: raffreddore, mal di gola, tosse, influenza ecc. Possiamo sostenere il nostro organismo, rafforzando per tempo le difese immunitarie. Un grande aiuto ci può venire da un Fungo Medicinale: l’AGARICUS BLAZEI MURRILL (ABM).  

Bimbi insonni? Una mano dall'Osteopatia

Bimbi insonni? Una mano dall'Osteopatia

Non c'è gioia più grande per una madre o un padre che tenere un figlio tra le proprie braccia. Ma la vita di un genitore non è tutta rosa e fiori, e presto arriva per la coppia il momento di affrontare gli eventuali disturbi che un bimbo può manifestare durante la sua crescita fisiologica. Tra i più traumatici per mamma e papà vi è sicuramente il disturbo del sonno infantile che, oltre ad interessare il bambino, compromette di conseguenza il riposo dei genitori, aumentandone il livello di stress e diminuendone le energie per affrontare la giornata lavorativa successiva.

Naturopatia e Osteopatia: due validi aiuti durante la menopausa

Naturopatia e Osteopatia: due validi aiuti durante la menopausa

Il momento della menopausa e del periodo che la precede (climaterio), rappresenta una fase molto delicata per ogni donna e a volte viene vissuta con un po’ di timidezza quasi di vergogna, specie se arriva precocemente.

La cultura occidentale tende a focalizzarsi sulla “malattia” anziché sulla salute e il benessere dell’individuo e a dimenticarsi che è una fase di cambiamento e non una terribile malattia.

       La prevenzione ti salva la vita . Non è una frase di circostanza, ma un vero imperativo.La migliore arma nella lotta contro i tumori rimane la prevenzione costante e accurata.Un ruolo importante nella prevenzione ce l'ha anche l'alimentazione, infatti una sana alimentazione associata a uno stile di vita attivo è uno strumento valido per la prevenzione, la gestione e il trattamento di molte malattie, non solo del tumore.  Un regime dietetico adeguato ed equilibrato garantisce un apporto di nutrienti ottimale, in grado di soddisfare i fabbisogni dell’organismo, ma permette anche di ricevere sostanze che svolgono un ruolo protettivo e/o preventivo nei confronti di determinate condizioni patologiche. L’avrete letto e sentito dappertutto, ma cerchiamo di capire perché è davvero così.  Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) 2007 ha prodotto alcune raccomandazioni basate sui risultati della ricerca scientifica sul rapporto tra alimentazione e tumori. Il fattore che fra tutti si è più solidamente associato a un maggior rischio di cancro è il sovrappeso. Ecco allora alcuni consigli da tenere in considerazione.   1. Mantenersi fisicamente attivo ogni giorno   La relazione tra attività fisica e riduzione del tumore è chiara ed esistono effetti biologici che sembrano giustificare questa correlazione:  • miglioramento del sistema digestivo e aumento della velocità del transito gastrointestinale  • diminuzione del grasso corporeo  • potenziamento del sistema immunitario  • miglioramento della sensibilità all’insulina   2. Consumare più alimenti di origine vegetale   In generale frutta e verdura, essendo ricche di acqua e fibra, hanno un apporto calorico basso e, soprattutto quando consumate con varietà, rappresentano un’importante fonte di vitamine, sali minerali e altre molecole benefiche chiamate fitocomposti. L'apporto di fibre facilita il transito intestinale e protegge dal cancro del colon, l'apporto di vitamine antiossidanti (contenute specialmente nei vegetali più intensamente verdi) e di minerali come il potassio contribuisce alla conservazione della massa ossea, mantiene bassa la pressione e previene la formazione dei calcoli renali. Consumando principalmente alimenti di origine vegetale è possibile ridurre il rischio di cancro ma anche di sovrappeso e obesità  strettamente correlati con la salute. I legumi sono una buona fonte proteica e i cereali integrali contribuiscono all’apporto di fibra nella dieta. La frutta secca e i semi oleosi sono veri e propri concentrati di micronutrienti e grassi salutari, benefici per il sistema cardiovascolare, mentre le erbe aromatiche e le spezie sono utili per arricchire la dieta di sapori naturali vitamine e sali minerali.      3. Limitare il consumo di carne rossa, eliminare carni lavorate e conservate   Gli alimenti di origine animale, consumati all’interno di una dieta sana e ricca di prodotti vegetali, rappresentano un apporto di nutrienti e possono rientrare in una dieta salutare e preventiva. Per quanto riguarda le uova, il latte e i suoi derivati, le carni bianche e il pesce, non esistono a oggi evidenze che il loro consumo influisca sullo sviluppo delle patologie oncologiche. Per quanto riguarda la carne rossa, i dati raccolti fino ad ora dicono che un consumo al di sotto dei 500g alla settimana non costituisce un pericolo per la salute. Gli insaccati, invece, e le carni lavorate e processate sarebbero da eliminare dalla lista della spesa e da consumare solo occasionalmente.   4. Bevande alcoliche; se sì, con moderazione   L’eccesso di alcol, indipendentemente dal tipo di bevanda, è legato a un aumento del rischio di cancro: se ne raccomanda quindi un consumo decisamente moderato. Le ricerche effettuate finora dimostrano che l’effetto negativo dell’alcol è ulteriormente amplificato quando combinato con il fumo di sigaretta. Oltretutto le bevande alcoliche forniscono parecchie calorie, quindi un consumo smodato di alcol può aumentare il rischio di sovrappeso e obesità.   5. Soddisfare i fabbisogni nutrizionali attraverso la dieta.   Le evidenze scientifiche rafforzano questo concetto dichiarando che la migliore forma di nutrimento è rappresentata dagli alimenti e non dai supplementi.   6. Allattare al seno almeno per i primi sei mesi   Le evidenze (non soltanto in campo oncologico) mostrano che il migliore alimento per i neonati fino a sei mesi è il latte materno. L’allattamento al seno esclusivo fino a sei mesi può essere protettivo tanto per la madre quanto per il bambino.   7. Le raccomandazioni per la prevenzione oncologica valgono anche per chi ha già avuto casi di tumore   Una dieta sana e varia, ricca di frutta e verdure di diverso colore e qualità, di cereali integrali e legumi e povera di carne rossa e di salumi e insaccati, è in grado non solo di prevenire l’insorgenza di cancro ma anche di tenere sotto controllo la crescita tumorale in diversi stadi della malattia. È inoltre riconosciuto che uno stile alimentare di questo tipo può fornire all’organismo vitamine, sali minerali e altri composti benefici che difendono l’organismo dal cancro e da altre patologie croniche. Negli ultimi anni è stato confermato che il controllo del peso corporeo ha un ruolo cruciale per le persone che hanno vissuto una storia di cancro. Sembra che mantenere il peso nella norma (nella scala dell’IMC tra 18.5 e 24.9) sia in grado di stabilizzare l’assetto metabolico dell’organismo e scoraggiare la crescita tumorale. Allo stesso tempo, una situazione di sovrappeso o obesità causa una serie di stress all’organismo che, in alcuni casi, sembra favorire la crescita del cancro. Anche l’attività fisica è importante per chi ha avuto un tumore perché contribuisce a dare forza all’organismo e al sistema immunitario, oltre che aiutare a mantenere il peso nella norma.   

La prevenzione ti salva la vita. Non è una frase di circostanza, ma un vero imperativo.La migliore arma nella lotta contro i tumori rimane la prevenzione costante e accurata.Un ruolo importante nella prevenzione ce l'ha anche l'alimentazione, infatti una sana alimentazione associata a uno stile di vita attivo è uno strumento valido per la prevenzione, la gestione e il trattamento di molte malattie, non solo del tumore.

Cari Nonni ci prendiamo cura di voi

Cari Nonni ci prendiamo cura di voi

Un pensiero speciale da parte di BODY LAB a queste persone fantastiche che con amore e impegno sono il cardine di tutte le nostre famiglie. Al giorno d'oggi il ruolo dei nonni è fondamentale nel supporto e nella cura dei nipotini, al punto tale da diventare un vero e proprio lavoro a tempo pieno che, anche se svolto con passione e gioia, spesso si scontra con l'avanzare degli anni e delle fatiche di una vita. Dobbiamo quindi avere cura de nostri preziosi nonni e così come loro fanno con noi, dobbiamo sostenerli nella gestione dei loro affanni e delle loro problematiche fisiche.

Fisico da SUPEREROE della Marvel?

Fisico da SUPEREROE della Marvel?

Che il vostro supereroe preferito sia l’Uomo Ragno (agile e flessibile), l’Incredibile Hulk  (forte e potente) o Captain America (tonico e scolpito) sappiate che per iniziare ad avere o mantenere la loro forma fisica bisogna allenarsi con i circuiti.

L’allenamento a circuito infatti sviluppa tono e massa muscolare, resistenza cardio, attiva il metabolismo e allena tutti i muscoli contemporaneamente.

È un allenamento alla portata di tutti che vi permetterà in pochi minuti di tornare in forma, mantenere un buono stato di salute e migliorare il livello di Fitness generale, ma anche di divertirvi, di monitorare i miglioramenti e di non annoiarvi mai grazie la varietà degli esercizi.

Pronti, Partenza...Via!

Pronti, Partenza...Via!

Ci risiamo è di nuovo settembre e si riparte con il solito tran tran e i soliti ritmi di vita.

Come sempre dopo un periodo di ferie o di feste sentiamo la necessità di disintossicarci dal sovraccarico alimentare e dalle “licenze” che ci siamo presi durante l’estate.

Settembre è un ottimo mese per farlo, sia perché le temperature sono più miti, ma non troppo rigide (il clima influisce molto sulla nostra forza di volontà), sia perché in questa stagione la natura offre ancora tanti buoni frutti e tante verdure che aiutano a disintossicarci.

Quando parliamo di dieta detox o disintossicante intendiamo semplicemente un regime alimentare finalizzato alla depurazione dell’organismo per migliorare il nostro stato di salute.

Vacanza gioie e dolori!

Vacanza gioie e dolori!

Come mai durante un periodo di relax affiorano problemi che talvolta, paradossalmente, durante le fatiche lavorative non sono presenti?

L’estate volge al termine e quasi tutti siamo alle prese col riadattamento ai vecchi ritmi, la vecchia routine che scandisce l’anno lavorativo. Molti di noi però, durante le vacanze estive, sono stati costretti a convivere con disturbi nuovi che durante le fatiche lavorative non avevano.